La filosofia portante di CondominioItalia Expo – che non a caso ospiterà anche il primo congresso europeo sull’efficienza energetica degli edifici in ambito comunitario – ha trovato in questi giorni una straordinaria sponda nella risoluzione approvata dal Parlamento europeo circa lo stato di attuazione, nei vari Paesi, della direttiva Ue sull’efficienza energetica.

Nella risoluzione, datata 23 giugno, il Parlamento Europeo ha fatto il punto sulle politiche adottate dagli Stati membri in materia di abbattimento dei consumi energetici, ponendo l’accento sia sui ritardi già accumulati lungo il percorso verso l’obiettivo 20-20-20, sia sulla sostanziale assenza di un’ottica di prospettiva che vada aldilà del prossimo quinquennio, sia sulla necessità di sostenere in misura decisamente maggiore da una parte la riqualificazione e la ristrutturazione degli edifici energivori, e dall’altra il coinvolgimento diretto delle famiglie in tema di efficienza, senza il quale sarà impossibile limitare gli sprechi.

Per approfondimenti, ecco il testo completo della Risoluzione del Parlamento europeo del 23 giugno 2016 sulla relazione sull’attuazione della direttiva sull’efficienza energetica (2012/27/UE) (2015/2232(INI)).