Al via mercoledì 19 ottobre, al SAIE di Bologna, la fiera internazionale dedicata al mondo della casa e del condominio

Si scaldano i motori in vista di Condominio Italia Expo: la prima manifestazione internazionale pensata per riunire istituzioni, professionisti, aziende ed associazioni di categoria provenienti da tutta Europa e che, a vario titolo, operano nei comparti della casa e del condominio. L’evento, organizzato da Il Condominio Editrice, Italia Casa e Quotidiano del Condominio, è in programma dal 19 al 22 ottobre a BolognaFiere – padiglione 31 – in concomitanza con il Saie 2016.

Efficienza energetica e riforma del condominio. Ma anche contabilizzazione del calore, sicurezza degli immobili, riscaldamento, impiantistica, ristrutturazioni, mercato immobiliare. Il tutto declinato su una superficie espositiva di 2.500 mq e corredato da un programma che conta ben 50 convegni tematici nei 4 giorni dell’evento. Ad alternarsi sul palco delle tre sale conferenze a disposizione della manifestazione, saranno i professionisti e gli operatori del mercato, ma anche i rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni di categoria afferenti al mondo della casa.

IL CONGRESSO EUROPEO

Il fiore all’occhiello della manifestazione è costituito dal “1° Congresso Europeo sull’efficienza energetica verso l’obiettivo 20-20-20”: un vero e proprio evento nell’evento, che si terrà nelle giornate di giovedì 20 e venerdì 21 ottobre in sala Guttuso. L’ambizioso obiettivo del congresso è quello di avviare, per la prima volta a livello comunitario, un confronto tra tutti i principali attori della filiera del mattone – politica, istituzioni, proprietà, amministratori di condominio, progettisti, tecnici, impiantisti, operatori del real estate – per promuovere, in ambito nazionale e comunitario, una riqualificazione edilizia, governata e diffusa, in grado di conciliare la riduzione del consumo di suolo con l’abbattimento delle spese energetiche e dell’inquinamento afferenti all’inefficienza del parco immobiliare.
Ad affrontare la delicata tematica, moderati dal direttore di Italia Casa, Gianluca Palladino, saranno i rappresentati dei ministeri dell’Ambiente e dell’Economia, i presidenti e i consiglieri dei Consigli nazionali degli ingegneri, degli architetti e dei geometri, l’Enea International, l’Università di Bologna e il Politecnico di Torino, il presidente dell’Associazione nazionale dei costruttori edili; e, ancora, i membri del Consiglio Europeo, del Green Building Council Italia e della Commissione europea. Insieme saranno chiamati ad inquadrare il fenomeno dell’efficienza energetica in un’ottica internazionale, sottolineando le criticità che ancora frenano lo sviluppo di un suo effettivo e sostanziale incremento nell’edilizia abitativa, nonostante le risorse messe in campo sotto forma di normative ed incentivi fiscali erogati. A conclusione dei lavori, verranno elaborate proposte concrete da far confluire in un protocollo d’intesa internazionale, volto a diffondere modelli abitativi in grado di contenere i consumi ed abbattere le emissioni inquinanti.

FOCUS SUL CONDOMINIO

Condominio Italia Expo dedica ampio spazio anche al mondo del condominio e delle relative associazioni di categoria. I nodi, ancora irrisolti, della legge 220/2012 e le sfide che attendono gli amministratori condominiali sono gli argomenti centrali del “Forum nazionale delle associazioni storiche di amministratori di condominio e della proprietà immobiliare”, in programma nel pomeriggio di venerdì 21 ottobre. L’evento assumerà le sembianze di un vero e proprio talk show, in cui i relatori si confronteranno, tra di loro e con il pubblico in sala, alla presenza, tra gli altri, del sottosegretario alla Giustizia, Cosimo Maria Ferri, del vicepresidente della Confederazione Giudici di Pace, avvocato Massimo Libri, e dei tecnici dell’Enea, questi ultimi interlocutori per quello che riguarda il tema dell’efficienza energetica in condominio.
Ma il condominio sarò protagonista anche degli omonimi Stati generali, che andranno in scena sabato mattina, con il convegno “Riforma del condominio: quali tutele e scenari futuri per le associazioni”.

SICUREZZA NEGLI EDIFICI

Di nuovo al centro del dibattito politico e accademico, in seguito al sisma che ha colpito il Centro Italia lo scorso 24 agosto, la questione della sicurezza negli edifici e dello stato di salute del parco immobiliare in Italia sarà affrontata nell’ambito del “Convegno nazionale sulla sicurezza degli edifici”, in programma venerdì 21 in sala Monet: un dibattito che si propone di fare chiarezza sulle ultime novità normative e sulle più recenti tecnologie antisismiche, coinvolgendo i massimi esperti in materia, i rappresentanti delle istituzioni e gli operatori del mercato. Di particolare rilievo gli interventi dell’ingegnere dell’Enea Paolo Clemente – che illustrerà le proposte per una efficace prevenzione del rischio sismico negli edifici – e dello Studio legale Mabe di Milano, sulla responsabilità dell’amministratore in materia di sicurezza nei confronti dei condomini terzi.

PERCHÉ CONDOMINIOITALIA EXPO

“È una manifestazione pensata per far incontrare gli operatori del mercato, gli addetti ai lavori, le istituzioni, sulle tematiche di più stretta attualità rispetto al mondo del condominio, dell’edilizia e dell’impiantistica efficiente – spiega Giovanni Caldarone, direttore marketing della manifestazione -. Riteniamo doveroso dare il giusto risalto a un mercato, quale quello del condominio, con grandi potenzialità e opportunità non ancora sfruttate appieno. Noi lo consideriamo come una sorta di comparto economico 2.0. E, d’altra parte, è l’unico segmento che oggi stimola davvero l’economia, nazionale quanto comunitaria: si pensi ai bonus, agli incentivi, agli interventi di efficienza energetica, agli adeguamenti strutturali e anti-sismici, alle prescrizioni relative al settore del riscaldamento, agli sviluppi della domotica coniugati con una sempre più approfondita ricerca tecnologica. CondominioItaliaExpo ha la prerogativa di aggregare tutte queste risorse in un unico contesto, ulteriormente arricchito dal valore aggiunto di una discussione – di portata non solo nazionale, ma anche comunitaria – sulle più attuali linee guida politiche, finanziarie, sociali, in materia di casa, condominio e patrimonio immobiliare efficienti”.