Cosa stanno facendo gli Stati membri dell’Unione europea per adeguarsi alla strategia energetica europea?Ruoterà intorno a questa domanda e alla sua risposta l’ultima sessione di lavori del Congresso europeo sull’efficienza energetica in previsione dell’obbiettivo europeo 20-20-20, in programma venerdì 21 ottobre, a partire dalle ore 9, sempre nella Sala Guttuso di BolognaFiere.
Interamente dedicata ai casi pratici e alle esperienze italiane e internazionali, la mattina comincerà con l’intervento di Nerio Marino dell’Uppi International dal titolo “L’obbligatorietà del libretto del fabbricato nella prospettiva Europea”. Quindi sarà la volta di Manuel Casquico di Adene (Portuguese Energy Agency) con “Prospettive nel contesto portoghese sull’efficienza energetica dei palazzi”.
Respiro internazionale anche per il convegno successivo, tenuto da Ezilda Costanzo di ENEA International “Pratiche di incentivazione e promozione degli edifici condominiali in Europa”.
Il Green Building Council Italia e il progetto europeo Build Upon saranno al centro del convegno successivo “Progetto europeo Build Upon: una piattaforma per la deep renovation europea” a cura del coordinatore del progetto e responsabile dell’area internazionale di GBC Italia, Sebastiano Cristoforetti.
L’housing sociale e le problematiche socio-economiche in ambito europeo saranno affrontate nei due interventi successivi: “Problemi sociali ed economici relativi allo stato in cui si trova il patrimonio edilizio, di come fare a riqualificare e del ruolo del social housing” a cura di Marco Corradi di Social Housing – Acer; e “Transizione energetica nell’ambiente urbano dalla prospettiva di scambio di conoscenza – Il ruolo delle organizzazioni Social Housing in Europa” tenuto da Agata Krause di Housing Europe (Brussels).

Infine, si ritornerà a parlare di termoregolazione e contabilizzazione del calore nell’ultimo intervento della mattina, alle ore 12, con la presentazione di “maggiorDOMO”, l’innovativo cronotermostato wi-fi di Kerberos.